Il ruolo della Turchia nello scenario mediorientale

medio-oriente-incontro-2web-01Al via il secondo degli incontri di politica internazionale del PD di Lodi.

Questa volta è la Turchia ad essere sotto i riflettori.

L’evento, che si terrà il 23 novembre a Lodi nella sala Granata della biblioteca civica, è aperto a tutti i cittadini interessati ad approfondire temi di geopolitica con analisti ed esperti accuratamente selezionati dal mondo accademico, imprenditoriale e politico. A presentare questo evento Andrea Ferrari, segretario del PD di Lodi che con la segreteria cittadina ha accolto e promosso con grande interesse e sensibilità questa iniziativa. Modera Valentina Tronconi che con il contributo di esperti dell’Università di Pavia ha elaborato i contenuti delle quattro conferenze sul Medio Oriente. La Turchia, importante partner commerciale per l’Italia, si trova oggi più che mai in una fase complessa tanto sul piano interno che su quello internazionale. Il fallito golpe del 15 luglio ha aggravato ulteriormente le tensioni offrendo al Presidente Erdogan il pretesto per togliere di mezzo gli avversari politici dando il via ad un processo di epurazione che sembra oggi “sospendere” la democrazia turca. Dopo il golpe anche l’accordo con l’Europa per la gestione dei flussi migratori sta vacillando con conseguenze che potrebbero ripercuotersi sull’equilibrio della stessa Unione. La Turchia è oggi più che mai alla ricerca di alleanze per uscire dal suo isolamento e ritagliarsi un ruolo all’interno dell’area medio orientale.

Diversi saranno gli spunti e gli approfondimenti offerti al pubblico mercoledì sera che coinvolgeranno i partecipanti in riflessioni, dibattiti e confronto. Ospiti della serata saranno il Professor Francesco Mazzucotelli, docente di storia della Turchia e del Vicino Oriente dell’Università di Pavia che analizzerà la storia della Turchia in una prospettiva geopolitica con una particolare attenzione ai fatti più recenti. Roberto Forin, funzionario del Comitato Internazionale della Croce Rossa in diretta skype da Atene parlerà della crisi migratoria, dell’accordo tra Turchia e Unione Europea e prospetterà quali strumenti potrebbero essere messi in campo per una miglior gestione delle politiche migratorie.

Infine Erik Burckhardt, consigliere parlamentare alla commissione esteri e vice-presidente di MondoDem, un laboratorio di politica internazionale, approfondirà le relazioni del governo italiano con la Turchia e gli scenari che si apriranno alla luce di questa fase particolarmente buia.

 

Lascia un Commento